CdS – il piano per il futuro

CdS – il piano per il futuro

2022-10-19 15:00:07 Avrebbe del clamoroso, e quindi prendiamo con le pinze l’ultima notizia del Corriere dello Sport:

MILANO  A proposito di futuro, quello di oltre la metà della rosa interista è in bilico. Su 23 giocatori, infatti, ben 13 sono in scadenza, come contratto o del prestito, al termine dell’attuale stagione. Insomma, Skriniar è sicuramente il nodo più importante da sciogliere, ma non certo l’unico. Significa, in ogni caso, che andranno fatte una serie di valutazioni. Da un lato, c’è un organico che certamente va ringiovanito, e la maggioranza degli elementi in scadenza è ultratrentenne. Dall’altro, però, occorre capire quanto margine ci sia per operare sul mercato, visto che un calciatore da acquistare ha quasi sempre un costo annuo superiore rispetto ad uno che è già in squadra e a cui va rinnovato il contratto. 

Lukaku mette nel mirino il Viktoria

Difesa

A proposito del già menzionato Skriniar, non ci sono riflessioni da fare. A stretto giro di posta, ovvero scavallata la sfida di Champions con il Viktoria Plzen, l’Inter gli proporrà il rinnovo, con ingaggio in linea con i top della squadra (Brozovic e Lautaro), quindi attorno ai 6,5 milioni a stagione come base fissa. Poi la palla passerà allo slovacco, che, per proseguire il matrimonio con l’Inter, dovrà rinunciare ai 9,5, bonus compresi, che il Psg ha già messo sul tavolo la scorsa estate. Rimanendo in difesa, e nell’ambito dei titolari, anche il vincolo di De Vrij è in esaurimento. Un mini-approccio della dirigenza nerazzurra c’è stato a fine estate. Poi tutto si è fermato, o meglio è stato rinviato. Più avanti verrà presa una decisione anche per i vari D’Ambrosio e Darmian, sempre pronti all’uso, ma rispettivamente 34 e quasi 33 anni. Difficile, nonostante l’ottimo rendimento finora, che venga esercitato il riscatto di Acerbi. 

Marotta e il rinnovo di Skriniar: “Ama l’Inter. Siamo ottimisti”

In bilico

Con il contratto in scadenza ci sono anche 2 portieri su 3, ossia Handanovic e Cordaz, con quest’ultimo utile pure per la lista Uefa. L’addio certo è quello di Dalbert, che in nerazzurro non ha mai avuto fortuna e che ora è alle prese con il recupero dopo il grave infortunio al ginocchio. Quelli molto probabili sono di Dzeko e di Gagliardini. E già questo fa capire quanto lavoro avranno i vari Marotta, Ausilio e Baccin. Passando sul fronte dei prestiti, i prossimi mesi serviranno per capire se Bellanova valga i 7 milioni necessari per il suo riscatto definitivo dal Cagliari. Mentre, evidentemente, Lukaku merita un capitolo a parte. Big Rom è in prestito secco dal Chelsea. Il rinnovo di quel prestito è un’ipotesi concreta, già presa in considerazione al momento di chiudere l’operazione lo scorso giugno. Ora, però, è fondamentale che il belga ritrovi la salute e che torni a fare la differenza in campo.

Guarda il video

Moratti: “Onana simpaticissimo e perdere Skriniar sarebbe un peccato. Su Inzaghi…”

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP



Vai alla fonte di questo articolo

Available for Amazon Prime