Riassunto e gol di Monza-Juventus (1-0) partita della 7a giornata

Riassunto e gol di Monza-Juventus (1-0) partita della 7a giornata

Calcio italiano:

18/09/2022 alle 18:24

est


In una partita pessima, con l’espulsione dell’argentino Ángel di María prima dell’intervallo, la Juventus è caduta a Monza

Non c’è modo di nascondere la crisi giovanile

In una partita schifosa, con l’argentino Angelo di’ maria Espulsa prima dell’intervallo, la Juventus ha sbandato a Monza contro l’ultima squadra, che ha approfittato degli impianti per aggiungere la prima vittoria in Serie A, in 112 anni di storia.

lun

JUV

FORMAZIONI

Monza

Di ‘Gregorio; Marlon (Caldirola 55′), Mari, Izzo; Ciurria, Rovella, Sensi (Andrea 54′), Augusto (Birindelli 85′), Pessima, Caprari (Colpani 69′); e Mota (Gytkjaer 55’).

Juve

Perin; De Sciglio (Soulé 86′), Gatti, Bremer, Danilo; McKennie, Paredes, Miretti (Fagioli 86′); Di Maria, Kostic (Kean 78′) e Vlahovic.

Arbitro

Fabio Maresca. AT: Ciurria (89′) e Caldirola (91′) / Bremer (22′). TR: Di Maria (40′)

Incidenti

Partita corrispondente alla settima giornata di Serie A italiana, giocata allo stadio Brianteo.

Non c’è modo di nascondere la crisi giovanile. Molestato da un brutto inizio di stagione, messo a confronto dagli arbitri dopo il grave errore del Var che lo ha privato della vittoria contro la Salernitana, sminuita dagli infortuni e con Massimiliano Allegri Interrogata da parte dello spogliatoio, la squadra del Torino si sta addentrando sempre più in una tempesta perfetta. Nemmeno una nuova espulsione, quella di Ha dato Mariapuò già servire come argomento.

Perché la visita alla squadra di fondo, il Monza di Silvio Berlusconiavrebbe dovuto servire a calmare l’ambiente con una vittoria contro un rivale che aveva segnato un solo punto in sei partite e che aveva un nuovo allenatore, l’ex juventino Raffaele palladino (38 anni), dopo Berlusconi stanco della mancanza di risultati da parte del tecnico che gli ha regalato la storica promozione, John stroppa.

Ma, al contrario, è stato il Monza che è entrato in campo con le idee più chiare, ha disattivato il centrocampo del Torino e ha lasciato oggi l’attacco della squadra, guidata da Struttura Landucciinsieme a Allegri scontando la sanzione nella casella.

La palla non è arrivata Vlahovic né a Di’ Maria e l’argentino finì per disperarsi, diede una gomitata armare Izzo in una giocata senza pericoli al centro del campo e sono aumentati i problemi della sua squadra prima dell’intervallo.

Con un giocatore in meno, che vagava senza meta in campo, la Juve non aveva nemmeno la forza di ribellarsi al proprio destino.

Fu lasciato nelle mani di un rivale sempre più cresciuto, che si avvicinò attraverso il portoghese Danny Speck e di cristiano Gytkjær e infligge il colpo di grazia attraverso il danese, che si porta in vantaggio sulla difesa, fino all’indecisione in uscita di Perin e rifinito all’interno di piccola area un centro di Ciurra per regalare al Monza una storica prima vittoria in Serie A, per approfondire ancora di più i box della Juventus e per mettere in discussione il futuro del proprio tecnico, poco dopo essere stato confermato nella posizione.

La redazione di JustCalcio.com è sempre al vostro servizio per offrirvi le ultime notizie sulla Serie A e non solo!



Vai alla fonte di questo articolo

Lascia un commento