Serie A: muore Gianluca Vialli, leggenda dell’Italia e della Serie A

Serie A: muore Gianluca Vialli, leggenda dell’Italia e della Serie A

2023-01-06 11:39:36 Fa notizia quanto riportato poco fa da Marca a proposito del nostro calcio:

voiBrutta sconfitta per il ‘Calcio’ e il calcio mondiale. Gianluca Vialli (Cremona, Italia, 1964) Si è spento oggi all’età di 58 anni. Il mitico attaccante della nazionale italiana o di club come Cremonese (dove ha iniziato), Sampdoria, Juventus e Chelsea combatteva il cancro al pancreas dal 2017 che era stato complicato negli ultimi giorni.

Infatti, prima di essere riammesso a Londra, Vialli, che era Capo Delegazione della Nazionale Italiana di Calcio, ha annunciato alla FIGC e alla stampa che sarebbe stato assente dalle prossime partite in Italia (marzo 2023). . L’ex attaccante si era ‘fermato’ per iniziare una nuova fase di cure che si sarebbe svolta a Londra, dove sarebbe stato accompagnato dalla sua famiglia più stretta.

Come calciatore, Gianluca Vialli ha realizzato (quasi) tutto ciò che un attaccante può sognare. Internazionale per l’Azzurra, capocannoniere in Serie A nel 1990/91, vincitore di due Scudetti (con Sampdoria e Juventus), vincitore della Coppa UEFA o della Champions Leaguequest’ultimo con ‘La Vecchia Signora’ nel 1996, l’ultimo dei ‘bianconeri’.

Gianluca Vialli festeggia la Champions League con la Juventus.MARCA

Ha fatto parte della migliore Sampdoria della storia con uno dei suoi migliori amici: Roberto Mancini. Erano i ‘gemelli del gol’ e portarono il club genovese a toccare il cielo. Uno scudetto, tre Coppe Italia e la finale di Wembley contro il Barcellona che Ronald Koeman ha deciso. Dopodiché è passato alla Juventus e ha chiuso la carriera in Premier, al Chelsea. Ha firmato 259 gol con i suoi club e 16 con l’Italia.

Le lezioni di Vialli

“Ho paura di morire. Non so quando la luce si spegnerà cosa ci sarà dall’altra parte… Ma in un certo senso, sono anche entusiasta di sapere. La malattia non è solo sofferenza: ci sono momenti belli. La malattia può insegnarti molto su chi sei”.Vialli ha detto nel marzo 2022.

Non potevo combattere il cancro, è un avversario molto più forte di me. Lo considero un compagno di viaggio

Gianluca Vialli

Prima di EURO, il calciatore lombardo ha chiarito come stava affrontando la malattia: “Non potevo combattere il cancro, è un avversario molto più forte di me. Lo considero un compagno di viaggioseppur indesiderato, che è salito sul treno e si è seduto accanto a me… Speriamo che si stanchi e se ne vada”.

Qualcosa che sembrava essere accaduto… ma è tornato più forte recentemente per combattere un’ultima battaglia, questa volta fatidica per Gianluca.

Gianluca Vialli e Costacurta, in un Milan - Juventus.

Gianluca Vialli e Costacurta, in un Milan – Juventus.MARCA

Allenatore di calcio inglese

Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo è diventato allenatore… e ha iniziato da dove aveva lasciato: nel Chelsea. Il suo record (anche se gli mancava la Premier) non è stato affatto male con i londinesi: una Coppa delle Coppe, una FA Cup, una Coppa di Lega, una Supercoppa europea e una Supercoppa inglese.

Ha allenato il Chelsea per 133 partite tra il 1997 e il 2001. Successivamente, ha concluso la sua fugace carriera come allenatore al watford: 51 partite nella stagione 2001/12. Dopo, nient’altro.

Europeo 2021

La vita però ha riservato a Vialli un’ultima gioia. A novembre 2019 l’amico Roberto Mancini (allenatore della Nazionale) lo chiama a far parte del suo ‘staff tecnico’. Sarebbe il capo delegazione della squadra italiana e farebbe parte della spedizione per EURO 2020 (che finalmente era nel 2021 a causa del COVID).

L'abbraccio tra Vialli e Mancini, a EURO 2021.

L’abbraccio tra Vialli e Mancini, a EURO 2021.

Numerose le immagini lasciate dall’Eurocup vinta dagli azzurri ma uno dei più forti è senza dubbio l’abbraccio e le lacrime che hanno unito Mancini e Vialli dopo il titolo vinto a Wembley. A quasi 30 anni da quella sconfitta contro il Barcellona, ​​entrambe celebrate sullo stesso palco… anche se rimodellato e ribattezzato ‘New Wembley’.


Che giornata piena di notizie amici lettori! State collegati per riceverne altre sulla Serie A, sul calciomercato e non solo. Tutto curato dalla nostra redazione sempre alla caccia degli ultimi spifferi in giro per il web.



Vai alla fonte di questo articolo

Available for Amazon Prime