Serie A | Tre duelli diretti per assaltare il primo posto

Serie A |  Tre duelli diretti per assaltare il primo posto

Serie A – Abbiamo tradotto per voi questo articolo dall’ottimo sito Sport:

17/09/2022 alle 18:58

est


L’Inter, a due punti dalla vetta, affronterà un’Udinese che ha accumulato quattro vittorie consecutive

Le capolista Milan e Napoli si fronteggiano; L’Atalanta, anche co-leader, in visita alla Roma

parità nel Una serieche raggiunge questo settimo giorno con tre squadre in testa (Napoli, Atalanta e Milan) e con le tre inseguitrici (Udinese, Roma e Inter) alle calcagna, fornisce il un’opportunità per assalta il primo posto a tutti loro sotto forma di duelli diretti.

Fine settimana intenso in Italia: I primi 6 si affronteranno per intero. La partita decisiva è segnata dallo scontro tra due capolista, con 14 punti ciascuna. Il Napoli visiterà Milano.

Il Milan riceverà San Siro a un Napoli infuriato che arriva dopo la batosta dei Rangers (0-3) in Champions League. L’inizio della stagione italiana maschile Luciano Spalletti sta per inquadrare, imbattuto in Serie A con quattro vittorie e due pareggi.

Non è molto indietro impostare ‘rossonero’campione in carica dello ‘scudetto’, che affronta il duello trascendentale anche per la dirigenza dopo l’una vittoria in Champions League contro la Dinamo Zagabria (3-1) e con lo stesso record di pareggi e vittorie, anche se senza tanta convinzione nel gioco come l’insieme partenopeo.

Duello in grande stile all’Olimpico

Il terzo co-leader in questione è l’Atalanta, anche lui imbattuto. Quelli di Bergamo (nord) viaggeranno dal capitano italiano da misurare con la Roma di José Mourinhoquinto con tredici punti e con una sconfitta in sei partite.

L’inizio della campagna dell’Atalanta non è stato così brillante nel gioco come efficace nei risultati. Sarà uno scontro di dinamiche che si svolgerà nel Stadio Olimpico di Romapoiché la ‘Dea’ è la squadra che ha ricevuto meno gol (3) e il ‘Loba’ ha difficoltà a trovarloessendo l’unico tra i primi 6 a non raggiungere la doppia cifra (8).

caccia alla testa

Sesta in classifica è l’Inter, con dodici punti. Il gruppo comandato dall’italiano Simone Inzaghi accumula quattro vittorie e nonostante le tre sconfitte è a soli due punti dalla testa della gara. Pertanto, la partita contro Udinese in questo giorno è trascendentale recuperare sensazioni e sicuramente non toglierti di dosso.

UN Udinese chi è quarto con tredici punti, appena dietro la capolista, e chi è la rivelazione della stagione. Solo una sconfitta nella prima giornata contro il Milan lo ha portato via dalle posizioni di massimo privilegio. guidato da italiano Andrea Sotilquelli di Udine (nord) hanno potuto trovare il equilibrio tra forza difensiva e rapido schieramento con le truppesempre comandato dagli spagnoli Gerard Deulofeu.

La squadra rivelazione ha già affrontato grandi rivali in campionato oltre al Milan, come il ‘Fiore’ (vittoria 1-0) Eppure il Romache è stato approvato da uno in più di vittoria clamorosa (4-0).

Lazio e Juve cercano di rientrare

Il settimo è il Laziocon undici punti, che giocherà fuori casa contro la Cremoneserecentemente promosso, in agguato e alla ricerca di tre punti con cui avanzare di posizione nel caos del weekend.

Con dieci punti è la Juventus, ottavo. Posizione che gli corrisponde secondo il gioco della squadra del Torino da inizio stagione. Imbattuto nel campionato nazionale, ha raccolto quattro pareggi in sei partite, troppi per stare al passo con quelli sopra. L’italiano Sotto i riflettori c’è Massimiliano Allegri.

Con l’incentivo di sconfitta in Champions League contro il Benfica (1-2) e il controverso pareggio contro la Salernitana (2-2) in cui il VAR ha annullato un gol legale agli juventini nello sconto, La ‘Juve’ proverà a battere il Monza neopromosso -con un nuovo allenatore dopo non aver vinto nelle prime sei partite- per rientrare nel treno delle prime posizioni e quindi vai a tagliare le distanze.

Segui JustCalcio.com per essere il primo a ricevere notizie sulla Serie A, sul calciomercato e sui maggiori campionati europei.



Vai alla fonte di questo articolo

Lascia un commento