Valencia CF: Gattuso esplode contro una campagna diffamatoria: “Sono razzista, omofobo e sessista? Ma siamo matti?”

Valencia CF: Gattuso esplode contro una campagna diffamatoria: “Sono razzista, omofobo e sessista? Ma siamo matti?”

2022-06-04 15:12:22 Riportiamo fedelmente quest’ultima notizia pubblicata pochi minuti fa sul web, sul giornale iberico Marca:

Gennaro Gattuso esplose dopo lo sbarco in Italia sulla via del ritorno da Singaporedove secondo pietro lim un contratto per essere allenatore di Vale fino al 2024. Fu dopo il lungo volo che scoprì che l’ex vicepresidente del Valencia, Michele Zorofagiolo accusato di sessista, razzista e omofobo è una dichiarazione. attraverso la piattaforma Marea valencianaZoro sta facendo un opposizione sui generis a Peter Lim, via cavvisi e reclami, oltre ad annunciare pubblicamente di averlo fatto un’offerta per l’acquisto della partecipazione di maggioranza da Valenzano.

Ed è stato con la carta intestata di Marea Valencianista con cui ha ricordato che il nuovo allenatore del Valencia, l’italiano Gennaro Gattuso, “Non è stato assunto dal Tottenham per i tuoi commenti contro donne, omosessuali o giocatori di colore” e aggiungere un link dal quotidiano italiano La Gazzetta dello Sport in cui è stato riferito che nel giugno 2021 era stato rifiutato per essere l’allenatore del Tottenham per questi motivi. e ricordato tre diverse frasi di Gattuso in momenti diversi della sua carriera.

  • “Veramente Non riesco a vedere le donne nel calcio. Non mi piace dirlo, ma è così“, ha assicurato Gatusso quando Adriano Galliani ha continuato a condividere il suo ruolo con Brbara Berlusconi al Milan nel 2013.
  • Già nel 2008, essendo un giocatore del rangerGatusso si schiera apertamente contro il matrimonio tra persone dello stesso sesso: “Il matrimonio dovrebbe essere tra un uomo e una donna e il matrimonio omosessuale è molto strano per me
  • Lo incolpano anche, tra gli altri, per i suoi commenti dopo che Kevin-Prince Boateng ha lasciato una partita del Milan nel 2013 a causa degli insulti razzisti dei ‘radicali’ della Pro Patria. “Quante volte i giocatori bianchi sono stati fischiati? A me è successoMa non gli do molta importanza”.

La mia storia parla per me. io razzista? sono omofobo? sono xenofobo? io macho? Ma siamo pazzi?

Il tecnico italiano si è difeso con veemenza sullo stesso giornale: “La mia storia parla per me. Sono razzista? Sono omofobo? Sono xenofobo? Sono macho? Ma siamo pazzi? Questo è il momento di calmarsi”.

Più tardi, il futuro allenatore del Valencia -an non è stato ufficialmente annunciato– rispondere a ciascuna delle accuse

“La frase sulle donne, pronunciata all’epoca dell’ingresso di Bárbara Berlusconi nel calcio, preteso di essere una difesa del lavoro di Galliani che era stato interrotto“.

Cosa sanno di me questi signori che parlano di razzismo, questi leoni che si nascondono dietro una tastiera o dietro un profilo?

“Razzista? Allora, perché avrebbe dovuto ingaggiare Bakayoko quando era al Napoli? Non ho mai avuto niente contro i giocatori neri, molti dei quali sono stati miei compagni e amici. Cosa sanno di me questi signori che parlano di razzismo, questi leoni che si nascondono dietro una tastiera o dietro un soprannome?

Il tecnico italiano ricorre in un momento chiave della sua carrierala sua partenza giovanissimo ai Rangers, per spiegare la sua filosofia di vita: “Vengo da un piccolo paese della Calabria, Corigliano Calabro. L’ho fatto io, da bambino sono andato in Scozia a giocare nei Glasgow Rangers: sai cosa può significare per un ‘sureo’ essere fuori dall’Italia E mostrare a tutti che puoi farla franca? Ho costruito la mia carriera con duro lavoro, impegno, sudore. Nessuno mi ha dato niente. Y non permettere più a qualcuno, con accuse terribili, di ostacolare il mio lavoro”.


Segui JustCalcio.com per essere il primo a ricevere notizie sulla serie A, sul calciomercato e sui maggiori campionati europei.



Vai alla fonte di questo articolo

Available for Amazon Prime