Arteta ‘sarà sempre grato’ a Guardiola nonostante la crescente rivalità

Arteta ‘sarà sempre grato’ a Guardiola nonostante la crescente rivalità

Fa notizia quanto riportato poco fa sul web:

L’allenatore dell’Arsenal Mikel Arteta “sarà sempre grato” a Pep Guardiola per il tempo trascorso insieme al Manchester City.

Arteta è stata assistente di Guardiola per tre anni prima di assumere il primo posto all’Arsenal nel 2019.

I due si ritrovano ora a scontrarsi in vetta alla Premier League, con i Gunners in testa, un posto davanti ai campioni del City.

L’Arsenal si recherà a Southampton domenica cercando di ripristinare i quattro punti di vantaggio dopo la vittoria per 3-1 del City contro Brighton e Hove Albion sabato.

Parlando prima della partita al St Mary’s, Arteta ha espresso la sua gratitudine per il suo tempo al City e per le cose che ha imparato lavorando sotto Guardiola.

“Ho imparato molto sull’essere al top da Pep”, ha detto. “Gli standard che vengono fissati al club non sono solo vincere, ma vincere in un certo modo ogni tre giorni, essere estremamente esigenti e critici, e allo stesso tempo solidali, quindi è una buona miscela.

“È stato incredibile far parte di quella squadra, dell’evoluzione e di come è stata costruita quella squadra. Gli sarò sempre grato”.

I due spagnoli parlano ancora regolarmente, ma Arteta ha rivelato: “Ovviamente non parleremo di cose legate alle nostre squadre ma ovviamente possiamo parlare di calcio come abbiamo fatto in passato e questo non cambierà”.

L’Arsenal ha sorpreso molti con il suo impressionante inizio di stagione, dopo aver buttato via la qualificazione alla Champions League alla fine della scorsa stagione per iniziare questa con nove vittorie in 10 partite di Premier League.

Si dirigono verso la costa meridionale dopo aver vinto le ultime otto in tutte le competizioni e Arteta ha spiegato come riesce a rimanere rilassato su tutto.

“Prima di tutto cerco di dormire bene. Il riposo è davvero importante”, ha detto. “Cerco di seguire la mia dieta il più possibile. Non mi alleno tanto quanto dovrei, devo essere molto critico con me stesso in questo senso.

“E poi devo mantenere la mente lucida e per farlo, passare del tempo con i miei cari è qualcosa che aiuta davvero me, mia moglie, i miei figli. E davvero pensare, meditare, qualcosa del genere ti aiuta”.





Vai alla fonte di questo articolo