Mattia Pogba | Il fratello di Pobga arrestato per ricatto

Mattia Pogba |  Il fratello di Pobga arrestato per ricatto

Notizia fresca fresca direttamente dai nostri cugini spagnoli. Sport, fra le maggiori fonti iberiche, riporta quanto segue:

14/09/2022 alle 20:41

est


Mathias è stato arrestato dalla polizia insieme ad altre tre persone per le indagini su un’estorsione di suo fratello Paul

I ricattatori avrebbero chiesto 13 milioni di euro per aver protetto per anni il calciatore della Juventus

Mattia Pogba, fratello dell’internazionale francese Paul, è stato messo sotto fermo di polizia insieme ad altre tre persone nell’indagine su un’estorsione del calciatore della Juventus a Torino, secondo quanto riportato dai media francesi mercoledì. L’arresto può durare fino a 24 ore e viene utilizzato per interrogare e verificare le affermazioni di un sospetto. L’imputato è apparso volontariamente dinanzi alle autorità competenti.

All’inizio del mese, la Procura francese ha annunciato un’indagine sul accuse di estorsione con arma in una banda organizzata, sequestro di persona per meno di sette giorni per agevolare un reato e partecipazione a un’associazione di criminali per commettere un reato.

Il caso, che ha sconvolto il calcio francese a meno di due mesi dal Mondiale in Qatar, è stato reso pubblico a fine agosto, quando Mathias Pogba ha rivelato in uno strano intervento sui social di aver avuto “rivelazioni esplosive” su suo fratello Paul, il suo avvocato, la brasiliana Rafaela Pimenta, e anche di Klylian Mbappé.

Secondo Mathias, 32 anni, il suo fratellino Paul avrebbe assunto uno stregone per anni per gettare il malocchio sul suo compagno di squadra francese Mbappé. Nei suoi video sui social network, Mathias ha affermato di averne la prova senza ancora mostrarla. Paul Pogba, che si sta riprendendo da un infortunio al ginocchio, lo ha negato davanti agli investigatori francesi, mentre Mbappé ha affermato di aver parlato sia con Paul che con Mathias e ha detto che preferiva attenersi alla versione del suo collega a Les Bleus.

Le prime indagini indicano che le persone della cerchia intima di Paolo avrebbero chiesto 13 milioni di euro, tre di loro in pronta consegna, durante a chiuso in un appartamento con diversi uomini armati, avvenuta presumibilmente lo scorso marzo alla periferia di Parigi.

I ricattatori avrebbero chiesto questo compenso per averlo ha protetto il giocatore per anni. Il centrocampista avrebbe consegnato 100.000€ e ha firmato un documento in cui ha promesso di pagare il resto. Le vessazioni del campione del mondo 2018 si sarebbero estese anche al Torino.

Caro lettore di JustCalcio.com, prima di andartene dai un’occhiata alla lista degli articoli consigliati per te!



Vai alla fonte di questo articolo

Lascia un commento